Orario

da mar a gio: 15,30 – 22,00
ven e sab: 15,30 – 23,00
dom: 18,00 – 23,00

Email:

Subscribe
Unsubscribe

Citazioni

Loading Quotes...

Come arrivare!

Libro con sorpresa

se sfogliando i libri trovi all'interno un foglietto con scritto "sorpresa" hai vinto quel libro... essere curiosi è vincente!

Aiuta mangiaparole





scrivici

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Spettacolo teatrale “Happy Birthday to you, dear C.Bukowski, by T.Waits”

Iscriviti alla newsletter

Pomeriggio western – sabato 2 ottobre 2010 – dalle ore 17,30

Sabato 2 ottobre 2010 – dalle ore 17,30

Edizioni Progetto Cultura presenta  Pomeriggio western |  Proiezione del lungometraggio Inferno Bianco  | Presentazione dei romanzi:

Il lungo sentiero della vendetta - PROGETTO cultura @ Mangiaprole

Il lungo sentiero della vendetta di Davide Tomassini

Il baule nella prateria - western - mangiaparole

Il baule nella prateria di Stefano Jacurti

L’attrice Danila Negro interpreterà alcune pagine de Il baule nella prateria

Aperitivo e brindisi finale all’ultimo boccale

Iscriviti alla newsletter

Spettacolo teatrale “Happy Birthday to you, dear C.Bukowski, by T.Waits”

Bukowski @ Mangiaparole

Domenica 03 ottobre 2010 ore 19.00
all’interno della Rassegna teatrale “Mangiainscena” 2010/2011
Mangiaparole è lieta di presentare al pubblico di lettori, non lettori, curiosi, affamati, lavoratori a progetto, disoccupati e impiegati, lo spettacolo:

“Happy Birthday to you, dear C.Bukowski, by T.Waits”
(Naked girl Blues)

La voce cattiva maleodorante e struggente di due  cantori delle miserie e degli abissi  dell’uomo del nostro tempo; di due dropouts che han fatto del letame terra per indimenticabili fiori poetici e ritratti d’anima.

Reading poetico/musicale

Testi poetici: C.Bukowski
Musiche e canzoni e testi: T.Waits
Voce recitante: Mario Palmieri
Immagini video: C.Bukowski-T.Waits

Spettacolo + vino e ricchissimo buffet: 10 euro

Iscriviti alla newsletter

Alla faccia di Sarkozy Mangiaparole parla di Rom

La ballata della Mama nera di Roberta Lepri – Avagliano editore e L’identità sommersa a cura di Francesca Innocenzi – Edizioni Progetto Cultura

L’identità sommersa raccoglie le più autorevoli e significative voci della poesia Rom, con un saggio introduttivo in cui Francesca Innocenzi ripercorre i tratti salienti della tradizione poetica romanì. La raccolta è corredata da notizie biografiche di settanta poeti, da un ricco materiale di documentazione e da riferimenti bibliografici attraverso cui far emergere l’identità sommersa della poesia rom.

La ballata della Mama nera è un giallo che, con un ritmo forsennato, narra la storia di una comunità zingara sconvolta dal ritrovamento del cadavere di un bimbo. A vigilare sulle indagini è la Mama nera, vecchia come il mondo e scaltra come un gatto.

Intervengono Francesca Innocenzi, Roberta Lepri

Iscriviti alla newsletter

Il silenzio dei sogni ed altri racconti di Marco Palone

Iscriviti alla newsletter

Bersaglio Nucleare di Giovanni Caprara – domenica 26 ore 18,00

romanzo bersaglio-nucleare a Mangiaparole

Un libro costruito con un abile meccanismo a orologeria: un timer innescato scandisce con ritmo ossessivo il passare dei giorni e il susseguirsi degli eventi sino all’epilogo. Il lettore, pagina dopo pagina, viene scaraventato con meticolosa perizia documentale in una realtà fatta di armi sempre più sofisticate, astute spie, complicati giochi d’equilibrio politico nazionale e internazionale.

Ne parlerà insieme all’autore Sandro Piluso

Iscriviti alla newsletter

sabato 25 sett. ore 21,30 Adriano Marenco presenta “La palude e la balera”

la-palude-e-la-baleraLa palude è una realtà desolata e desolante in cui l’Uomo è ridotto a relitto. Non c’è scelta per quelli della palude, solamente sperare e sognare la balera. Un luogo del quale si parla bene e si parla male. Interviene lo sceneggiatore Giuseppe Furno sceneggiatore. Lettura teatralizzata di Mario Palmieri.

Incipit

L’uomo scavalca un paio di buche fonde. Una sedia estiva. La sedia è sfondata. Perde i fili, alcuni sono bruciati. Ha un appuntamento, oppure cerca qualcuno. Stringe un tubetto per l’asma che ogni tanto si porta alla bocca. Non si guarda intorno sospettoso, come sarebbe da prassi. Vede il ragazzo. Allunga il passo superando una ciabatta abbandonata. C’è una crosta, antica di sangue, sulla ciabatta. Il ragazzo, spalle all’albero, testa affossata nel cappuccio, lui sì, da prassi, consegna un involto. Parla con voce lenta, le mani muovono gesti veloci: “Quello che faccio è arrotondare. Che non ti puoi permettere niente se non arrotondi. Neanche un topo. Neanche uno straccio di momento di relax per sopravvivere.” Forse lo dice all’uomo. Forse a se stesso. Forse sono parole rivolte all’ambiente intorno: alla palude. Il loro dove. Qua si rinchiudono stracci d’umanità. La palude sta qui per questo.

Iscriviti alla newsletter

Alla faccia di Sarkozy Mangiaparole parla di Rom

Domani sabato 25 settembre ore 18,00 – Roma
Alla libreria Mangiaparole si parla del popolo Rom, grazie a due libri:

La ballata della Mama nera di Roberta Lepri – Avagliano editore e L’identità sommersa a cura di Francesca Innocenzi – Edizioni Progetto Cultura

L’identità sommersa raccoglie le più autorevoli e significative voci della poesia Rom, con un saggio introduttivo in cui Francesca Innocenzi ripercorre i tratti salienti della tradizione poetica romanì. La raccolta è corredata da notizie biografiche di settanta poeti, da un ricco materiale di documentazione e da riferimenti bibliografici attraverso cui far emergere l’identità sommersa della poesia rom.

La ballata della Mama nera è un giallo che, con un ritmo forsennato, narra la storia di una comunità zingara sconvolta dal ritrovamento del cadavere di un bimbo. A vigilare sulle indagini è la Mama nera, vecchia come il mondo e scaltra come un gatto.

Intervengono Francesca Innocenzi, Roberta Lepri e Roberto Raciti

Iscriviti alla newsletter

Massimo Tirinelli presenta “Il canto delle cicale” di Emiliano Foltran

il-canto-delle-cicale

L’estate indimenticabile di un gruppo di ragazzi cui fanno da cornice le notti magiche dei Mondiali di calcio del ’90. Mentre le “Cicale” cominciano a cantare e non vorrebbero smettere mai, nascono amori travolgenti, indimenticabili, di quelli che tolgono il respiro e fanno brillare gli occhi, di quelli che si vorrebbero eterni.

Iscriviti alla newsletter

Sandra Petrignani legge “E in mezzo il fiume”

E in mezzo il fiume di Sandra Petrignani a Mangiaparole

Iscriviti alla newsletter
Pagina 117 di 120« Prima...102030...115116117118119...Ultima »