Orario

da mar a gio: 15,30 – 22,00
ven e sab: 15,30 – 23,00
dom: 18,00 – 23,00

Email:

Subscribe
Unsubscribe

Come arrivare!

Prenota

Citazioni

Loading Quotes...

tripadvisor

scrivici

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Libro con sorpresa

se sfogliando i libri trovi all'interno un foglietto con scritto "sorpresa" hai vinto quel libro... essere curiosi è vincente!

Da gustare

sab 5 | 19:00 | Concerto Alaveda

Album d’esordio assieme al polistrumentista Alessio D’Auria e realizzato con la collaborazione del producer Frank Brait (già al lavoro conAlessandro Fiori e Babalot). Ingresso libero

Iscriviti alla newsletter

sab 5 | 18:00 | Storie Banali, racconti di Margherita Sarti


Storie banaliRacconti che sembrano scritti soprattutto per se stessa, per una smania di dar voce a personaggi ingombranti che le abitano la testa e che lei fa traslocare, sulla carta; ma che in realtà riescono a far sorridere, riflettere, commuovere.

Iscriviti alla newsletter

dom 30 | 17:30 | I sentieri dell’utopia, romanzo di Marco Pennacchia

Nella vita di tutti i giorni, capita di smarrirsi, di dimenticare il vero valore delle cose e di noi stessi. A volte è necessario per correre nuovamente alcuni sentieri che, spesso, concediamo all’oblio. Si tratta di un ritorno a ciò che eravamo

Iscriviti alla newsletter

Ven 28 | 18:00 | Piano piano se fece Roma di Enrico Lanza |


locandina-lanza-mangiaparolePoesie in romanesco. Ne parlano con l’autore Paolo Procaccini e Lamberto Picconi.

un libro di storia in versi romaneschi. L’autore, tra leggenda e risultanze o ricostruzioni storiche, ripercorre la secolare vicenda di come un villaggio di umili pastori sia potuto divenire il centro e il motore di un impero enorme, che poi è scomparso definitivamente con romolo augustolo, l’ultimo suo imperatore.

Chi vò stà a Roma ha da sapé la storia de un popolo gajardo e battajero, pure si mo s’è perza la memoria de quanno ha dominato er monno intero.

Iscriviti alla newsletter

La sponda di Benito Corradini

locandina-26-ottobre-corradiniMer 26 | 17:30 | Chiacchiere su Roma e dintorni con Lamberto Picconi e Paolo Procaccini

Iscriviti alla newsletter

dom 23 | 18:30 | Parole svenute e di versi ordite, poesie di Patrizia De Vita |

Parole svenute e di versi orditeLa parola della poesia è conoscitiva, disvela l’io a se stesso, è il filo di Arianna che guida attraverso le mille circonlocuzioni del labirinto esistenziale, è bussola interiore. Ne parla Giacomo Caruso

Iscriviti alla newsletter

Sab 22 | 19:00 | In un grande giardino, poesie di Paola Froncillo |


In un grande giardinotitolo evocativo che anticipa le aggraziate visioni dipinte nel testo, è un connubio tra prosa e poesia attraverso il quale Vera Lida racconta le sue emozioni.

presenta Simone Morichini

 

 

 

Iscriviti alla newsletter

ven 21 | 19:00 | La cucina crudista alcalina di Elena dal Forno |


Dalla famosa Raw Vegan Chef Elena Dal Forno, uno splendido libro per seguire uno stile di vita alcalino.

Scopri i consigli dell’autrice sugli ingredienti da utilizzare, quali piatti preparare e come cucinarli.

Le ricette crudiste di Elena sono facili da preparare, adatte all’alimentazione di tutti i giorni e rispettano il naturale equilibrio acido/basico del ph del sangue, l’unico valore che ci mantiene in vita e in salute.

Gli argomenti trattati nel libro:

  • cos’è il crudismo
  • la mia storia personale: come sono passata da un’alimentazione completamente onnivora a una vegana crudista
  • ricette alcaline e crudiste dall’antipasto al dolce
  • i vantaggi di uno stile di vita alcalino
  • come le emozioni, i pensieri influenzino enormemente l’acidità del corpo

Sperimenta anche tu la possibilità di autoguarigione, di digestione silenziosa e di benessere totale con la cucina crudista e alcalina.

 

Iscriviti alla newsletter

da ven 21 | Anima a nudo Mostra di Corinna Casu |

 Guardarsi all’interno non è mai stato facile, ma trasmettere le proprie emozioni attraverso una tela non può essere più semplice

Iscriviti alla newsletter

Mar 18 ott | 17,:00 | Io sono Zawadi, romanzo di Zawadi Msigala

Io sono ZawadiTroppo spesso a parlare dell’Africa sono  i  non africani e, anche se animati dalle migliori intenzioni, le loro parole sorgono al di fuori di quel mondo che vorrebbero far comprendere. Questo libro capovolge la prospettiva, ma non commette l’ingenuità di credere che il testimone diretto di un’esperienza ne sia il miglior conoscitore. Per questo sono due gli ingredienti che lo compongono. In “Io sono Zawadi” a parlare è un ragazzo tanzaniano, che si presenta così: “Sono nato con disabilità fisica nelle mani e nei piedi; a causa di questo non posso camminare e prendere gli oggetti con le mani, non riesco a deglutire bene e sbavo, anche il linguaggio di conseguenza mi è molto difficoltoso e le persone non riescono a capire ciò che voglio dire”. A questa spietata autopresentazione, però, non segue il lamento penoso o il grido rabbioso di chi è stato colpito dalla sventura. Zawadi narra la sua storia, una storia che viene dall’interno di una cultura di cui è convintamente parte, una cultura a cui sente profondamente di appartenere, che ha la grandezza di esaminare con distacco e che aiuta il lettore occidentale a capire, come se fosse condotto per mano da una guida esperta. Il secondo ingrediente è di un bianco, il professor Mario Pinotti, il presidente della Nyumba Ali, che non conosce l’Africa dalla prospettiva interna di un nativo e, con le sue inserzioni, tenta di gettare ponti tra i due punti di vista che si incontrano: il tanzaniano e l’italiano. Lo fa provando a ricordare al lettore italiano una visione del mondo che è stata dell’Italia contadina preindustriale, oggi volatilizzata, ma forse non del tutto se è vero che certe convinzioni sulla vita, sulla malattia, sul corpo, sulla medicina e sul valore delle persone non sono del tutto scomparse. Ed è partendo da qui che i due mondi possono parlarsi.

Iscriviti alla newsletter
Pagina 10 di 112« Prima...89101112...203040...Ultima »